Danza, fantasia e moda al Brecht di San Sisto

Con l'artista performer Héctor Villena Mero, una serata speciale che ha messo insieme fantasia e realtà
Perugia

Lo scorso 21 giugno si è svolto presso il “Teatro Bertolt Brecht” di San Sisto il tradizionale saggio di fine anno organizzato dall’Accademia Danza Studios di Alexis Olivares.

ctor Villena Mero - Dinanzi ad un pubblico assai numeroso, si sono succeduti sul palco tutti i partecipanti ai corsi promossi dalla scuola: dalle scatenate e tenerissime bambine della danza classica, alle allieve della danza moderna, e poi ancora hip-hop e salsa cubana. Come già accaduto nel 2015, l’apertura e la chiusura della serata sono state affidate al poliedrico artista Héctor Villena Mero. Conosciuto nel campo dell’hairdressing e del trucco, della moda in passerella e delle esibizioni di ballo, Héctor si é cimentato questa volta in una nuova arte: la recitazione. La performance è stata accompagnata da un’intensa colonna sonora e da spettacolari effetti scenografici. Avvolto  in un lungo e misterioso mantello e fasciato in un brillante costume color turchese da lui stesso disegnato, mettendo a frutto gli anni di studio nel campo dell’alta sartoria, Héctor Villena Mero si è immerso nel personaggio fantastico del “figlio del Mago Merlino” per far rivivere ai presenti l’epoca medievale degli incantesimi a fin di bene, dei cavalieri della Tavola Rotonda e della Spada della Roccia che consacrò Artù nuovo sovrano del regno. Non poteva esserci introduzione migliore ad una serata che si è sviluppata attorno al tema “Realtà e Fantasia”. Con un abile gioco di sovrapposizioni, Héctor si presenta come la spalla magica e mirabolante dell’Accademia Danza Studios, così come “suo padre Merlino” ha messo a disposizione di Re Artù il suo talento straordinario e la sua insuperabile bacchetta magica per far trionfare il bene e sconfiggere il male rappresentato all’epoca dall'usurpatore Mordred e della perfida fata Morgana.

Buona la prima - “Recitare rappresenta un altro sogno che da fantasia diventa realtà” - afferma Héctor nel dietro le quinte facendo eco al titolo dello spettacolo. “Continuerò ad emozionarmi e ad emozionare tutti coloro che mi sono intorno”. In effetti, il pubblico in sala è rimasto sorpreso e ammirato dalla capacità di Héctor di trasformarsi per una notte in un esperto e consumato attore di teatro. “Buona la prima” – direbbe un regista cinematografico.