In Umbria arrivano pochi vaccini, meno della media nazionale

474,34 dosi consegnate ogni 10 mila abitanti, a fronte di una media nazionale di 612,20
Perugia

In Umbria arrivano pochi vaccini, meno della media nazionale. L’Umbria è la regione in coda alla classifica nazionale sul fronte vaccini anti Covid. Il dato di 474,34 dosi consegnate ogni 10 mila abitanti, è fornito dal report Altems, a fronte di una media nazionale di 612,20. 
L’indicatore, aggiornato al 16 febbraio, “mostra il valore complessivo di dosi di vaccino consegnate dai livelli centrali rispetto alla popolazione residente in ogni regione Italiana (per 10.000 abitanti). Risulta che la P.A di Bolzano, il Friuli Venezia Giulia e la Liguria sono le regioni in cui l’indicatore segna i valori più alti. L’Umbria, l’Abruzzo e le Marche sono invece quelle caratterizzate da indici più modesti”, confermano gli analisti che hanno stilato il report. 
A ieri erano state somministrate 37.639 dosi su 58.405 consegnate (64,4%).
Intanto si assiste ad un altro balzo in avanti dei nuovi positivi in un giorno su tutto il territorio regionale. Sono 438, secondo la dashboard della Regione aggiornata a mercoledì 17 febbraio. Martedì erano stati 233. Aumentano ancora i ricoveri: sono sette in più nelle ultime 24 ore le persone entrate in ospedale per il coronavirus. In pochi giorni dunque l'Umbria sfonda di nuovo quota 400 positivi in un giorno.