Covid in Umbria, preoccupa la variante Delta

L’assessore regionale alla Sanità, Luca Coletto, ha confermato come si continui a puntare con forza sulla seconda dose vaccinale proprio per cercare di limitarne la diffusione
Perugia

I contagi da Covid-19 stanno decrescendo un po' dappertutto, ma a preoccupare è soprattutto la diffusione della Variante Delta.
In Umbria si registra un leggero rialzo dei contagi, con 17 nuovi positivi nelle ultime 24 ore, il numero più alto dal 20 giugno. Una mini risalita che potrebbe essere legata alla variante Delta anche se per ora, stando ai pre test eseguiti nel laboratorio di Microbiologia dell’ospedale di Perugia prevale soprattutto la Alfa. Dall’Iss si ribadisce la necessità di somministrare con due dosi per arginare la mutazione indiana ma anche di vaccinare i più giovani. 
"Ci sarà una nuova stretta sugli aeroporti per il timore della variante Delta" Ad annunciarlo l’assessore regionale alla Sanità, Luca Coletto, che ha confermato come si continui a puntare con forza sulla seconda dose vaccinale proprio per cercare di limitarne la diffusione.