Covid, quasi 8.000 gli attualmente positivi in Umbria

In compenso c’è stato un Natale senza decessi. Crescono invece del 18 per cento i ricoverati in ospedale
Perugia

Non si placa la paura e l'allarme in Umbria per la diffusione del Covid. La vigilia di Natale si sono registrati altri 1.229 positivi. E ci sono stati anche due morti.
In compenso c’è stato un Natale senza decessi. Crescono invece del 18 per cento i ricoverati in ospedale, sono 91, 14 in più, nove dei quali in terapia intensiva, uno in più.
È il quadro che emerge dal sito della Regione. Nell’ultimo giorno di contabilità del Covid-19 sono emersi 348 nuovi positivi e 135 guariti, con gli attualmente positivi che salgono a 7.621. Sono stati analizzati 878 tamponi e 2.210 test antigenici, con un tasso di positività sul totale pari all’11,2 per cento. 

Alla luce della crescita esponenziale dei contagi Covid in Umbria, l’assessore regionale alla Salute, Luca Coletto, raccomanda ai cittadini la massima attenzione nell’adottare tutte le misure di prevenzione per preservare, in particolare durante le festività, dal contagio se stessi, i propri familiari e amici.
In caso di sintomatologia o contatto con persone positive, in attesa di essere presi in carico dal Servizio di igiene e sanità pubblica, è necessario l’isolamento nella propria abitazione, dove possibile, lontano dagli altri familiari.
Inoltre, si consiglia a chi riceve un referto di un tampone positivo, di isolarsi, avvertire il medico di famiglia e, in attesa di essere presi in carico dal Servizio di Sorveglianza, nei limiti del possibile, ricreare la rete dei contatti avuti entro le 48 ore precedenti all’insorgenza dei sintomi riconducibili all’infezione da covid.