Covid: calano i contagi ma sono ancora troppi i decessi

In tutto sono 333 le vittime del virus
Perugia

Dall'inizio della pandemia, 333 persone sono morte in Umbria causa Coronavirus. Nelle ultime 24 ore sono 10 i pazienti deceduti.

I 400 nuovi contagi registrati nella giornata di domenica 22 novembre evidenziano comunque una sorta di stabilizzazione dell'andamento del virus.

Il tasso di positività riscontrato è pari all'8,6%, uguale a quello del giorno prima.

Il totale settimanale dei nuovi positivi (-26,5% in meno rispetto alla settimana precedente) è in leggero calo, dato confortante e senza dubbio dovuto alle restrizioni in atto.

L'attività di screening in Umbria funziona efficacemente: i più di 15mila casi identificati rappresentano quasi il 72% del totale, mentre a livello nazionale il dato è fermo al 39,1%.

I ricoverati in terapia intensiva rimangono stabili a 75, mentre i ricoveri aumentano di 3 unità.

Nonostante questo leggero calo dei contagi, le entreranno in vigore oggi, lunedì 23 novembre, per un'altra settimana, anche perchè il numero dei decessi continua a destare preoccupazione.

La Regione ha fatto sapere che, durante questa settimana, "saranno nuovamente analizzati i dati aggiornati al fine di poter adottare provvedimenti adeguati a quella che è l'effettiva situazione epidemiologica e che, se dovesse seguire l'andamento registrato nei giorni scorsi, potrebbe portare ad un allentamento delle restrizioni in alcuni campi come, ad esempio, quello scolastico".