Primo Maggio, sit-in in centro dei commercianti arrabbiati

Appuntamento domani alle 17 in Corso Vannucci
Perugia

Alcuni commercianti, artigiani, negozianti e cittadini di Perugia si sono dati appuntamento è per domani 1 Maggio, alle 17, giorno della Festa del Lavoro, in Corso Vannucci, per dare vita ad un sitin della durata di un quarto d'ora. L'obiettivo è quello di manifestare contro il decreto governativo anticoronavirus: «L'Umbria è una regione in cui contagi legati al Coronavirus sono sotto controllo e per questo chiediamo di riaprire prima di quanto previsto dal nuovo Dpcm di Conte che equipara la nostra città e i nostri territori a quelli di regioni in cui la situazione sanitaria è ancora emergenziale. Il Governo ha detto che ci avrebbe sostenuto spiegano e i risultati si sono visti. Quindi a questo punto siamo autorizzati a sostenerci da soli: abbiamo solo quattro contagi al giorno e quindi basta parole. II primo maggio è la festa dei lavoratori continuano i promotori , quelli che hanno diritto al lavoro e ora dobbiamo tutti rivendicare questo diritto, il diritto di provare a far continuare le nostre aziende a vivere. «Oggi dobbiamo combattere uniti contro un nemico invisibile che ci uccide in alcuni casi aggiungono , ma anche contro la decisione, che qualcuno ha preso, di uccidere economicamente la nostra Umbria. Ci presenteremo in Corso Vannucci domaní, ci siederemo a distanza di due metri uno dall'altro, siamo pronti a correre il rschio: è ora concludono di smettere di parlare o scrivere sui social, è giunto il momento di prenderci le nostre responsabilità».