Il virus non ferma le nascite, ultimo nato è Federico

All'ospedale di Perugia si registrano per fortuna anche lieti eventi
Perugia

La vita continua nonostante l'allarme Coronavirus. Al Santa Maria della Misericordia in queste ore si è registrato un lieto evento: l’ultimo nato è venuto alla luce alle 5.25 di ieri mattina, si chiama Federico, pesa kg 3.460, primogenito di Sara e Fabio residenti in provincia di Perugia. .
La buona notizia arriva dalla struttura di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale di Perugia, che aggiunge: i nati nel primo trimestre sono 450, un dato analogo a quello dello stesso periodo dello scorso anno, che si chiuse con un incremento, seppure modesto.
Il primario Giorgio Epicoco lo definisce “Un risultato incoraggiante”, in controtendenza con le nascite in Italia in costante calo.
​​​​​​​Nel mese di marzo le nascite sono state 152. L’ultimo nato, alle 5.25 di questa mattina si chiama Federico  , peso kg 3.460, primogenito di una coppia Sara e Fabio residente in provincia di Perugia. Hanno assistito al parto le ostetriche Antonella Allegrucci e Lara Luchetti.