Il Comune di Deruta istituisce il comitato degli artigiani

Il sindaco Toniaccini: «Il rilancio passa anche attraverso il protagonismo dei nostri maestri artigiani»
Perugia

Il Comune di Deruta entra nel vivo della fase 3, quella del rilancio dell’economia e delle attività e lo fa istituendo il Comitato degli Artigiani: la Giunta Comunale, con una delibera ha adottato il regolamento per il funzionamento del Comitato Artigiani del Comune di Deruta, rinviando in sede di Consiglio Comunale l’approvazione definitiva.

“Con questo atto – spiega il sindaco, Michele Toniaccini – il Comune di Deruta dà concreta applicazione alla parola partecipazione e rende protagonisti attivi gli stessi artigiani. L’Amministrazione comunale ha sempre garantito un dialogo e una finestra aperta con il mondo economico, con l’imprenditoria locale, ricchezza e patrimonio del territorio, ma con questo Comitato si dà carattere di sistematicità e di maggiore integrazione.

Il Comitato è un organismo di partecipazione alle attività comunali che ha il compito preminente di concorrere all’azione amministrativa con funzioni di proposta e consultazione rispetto all’andamento dei servizi erogati e delle attività espletate dall’Amministrazione comunale nell’ambito dell’artigianato, stimolando la partecipazione dei cittadini alla vita civile, politica, sociale, culturale ed amministrativa della comunità locale”.

Più nel dettaglio, le sue competenze sono quelle di realizzare un più proficuo ed efficace dialogo tra le imprese artigiane che operano sul territorio e tra queste e l’Amministrazione Comunale; promuovere iniziative e proporre suggerimenti per il sostegno, lo sviluppo e la qualificazione della presenza delle imprese artigiane sul territorio; curare la divulgazione nel territorio delle iniziative e delle attività promosse dalle organizzazioni imprenditoriali, dalla Regione Umbria, dalla Provincia di Perugia e dal Comune; identificare le iniziative per attivare un sistema di collaborazione sinergico con gli Enti pubblici e le Associazioni che svolgono attività sul territorio; verifiche e approfondimenti delle ricadute sulle attività economiche dei provvedimenti del Comune in materia di mobilità e traffico e problematiche attinenti, al fine di renderli coerenti con lo sviluppo economico delle imprese e con il miglioramento della qualità della vita del territorio; arredo urbano e problematiche attinenti; decoro urbano; iniziative promozionali delle attività commerciali ed artigianali del centro storico e delle altre zone cittadine di interesse; concertazione di eventi, anche organizzati dal Comune, al fine di consentire l'integrazione degli stessi con le aspettative e necessità delle realtà artigianali; concertazione delle modalità di comunicazione all'opinione pubblica ed agli operatori commerciali sulle tematiche di competenza; concertazione delle modalità di promozione del territorio; elaborazione di proposte per definire criteri sulla qualificazione, anche merceologica, delle attività economiche produttive del centro storico e delle altre zone cittadine di interesse; concertazione e confronto con riferimento agli atti amministrativi di nuova attuazione, il cui contenuto abbia potenziali ricadute sullo sviluppo economico delle imprese artigianali locali.

Possono aderire al Comitato e pertanto partecipare alle attività specifiche del Comitato stesso, i titolari delle imprese artigianali con sede nel Comune di Deruta.

I componenti dell’Assemblea sono nominati tra coloro che, entro 15 giorni dalla pubblicazione di apposito avviso pubblico presso l’Albo Pretorio ed il sito istituzionale del Comune di Deruta, avranno fatto pervenire all’Ente apposita domanda avanzando la propria candidatura.

Il Comitato è composto da un Presidente, che verrà eletto nella prima riunione del Comitato, da un Consiglio Direttivo, quale organo esecutivo, da un Segretario e dall’Assemblea dei partecipanti al comitato, quale organo centrale di indirizzo. Il Comitato e i relativi organi vengono rinnovati in coincidenza con il rinnovo degli Organi elettivi comunali.

La partecipazione al Comitato e a tutte le cariche nell’ambito degli Organi del Comitato non dà luogo ad alcun compenso.