Coronavirus, siglato accordo fra Afas e Cri per la consegna a domicilio di farmaci

Il servizio, attivato da lunedì 16 marzo, è dedicato alle seguenti categorie di persone
Perugia

Siglato l’accordo fra Afas (farmacie comunali di Perugia) e Cri (Croce Rossa Italiana – Comitato di Perugia),  per la consegna a domicilio di farmaci e presidi sanitari.

Il servizio, attivato da lunedì 16 marzo, è dedicato alle seguenti categorie di persone:
- anziani, oltre 65 anni,
- soggetti fragili o non autosufficienti,
- soggetti con febbre,
- con sintomatologia da infezione respiratoria, o comunque sottoposti a quarantena
- residenti all’interno del comune di Perugia.

Il servizio può essere attivato chiamando il numero locale dedicato: tel. 075 5272711

Il volontario della Cri, in divisa e con tesserino di riconoscimento, verifica i requisiti del richiedente; acquisisce l’originale della ricetta medica in busta chiusa; si reca, in divisa e con tesserino di riconoscimento, nella Farmacia Afas indicata dal cittadino (o presso altra farmacia privata se espressamente indicata secondo i termini di legge) per acquistare il farmaco o altro presidio sanitario; torna al domicilio del cittadino per la consegna (in busta chiusa) del farmaco o presidio sanitario.

Il presidente Afas, avv. Antonio D’Acunto e il direttore generale dr. Raimondo Cerquiglini, ringraziano il Comitato Cri di Perugia, nella persona della responsabile dr.ssa Moretti e, per tutti, il presidente regionale CRI dr. Paolo Scura, che “con la consueta professionalità ed efficienza, ha coordinato e reso operativo il servizio anche con le Farmacie Comunali associate Assofarm della regione Umbria”.