Coronavirus, Romizi pronto a riaprire i parchi

Il sindaco di Perugia ha annunciato la riapertura dal prossimo lunedì
Perugia

Lo sblocco del lockdown dal 4 maggio porterà con sé una novità molto attesa: la riapertura dei parchi.
Anche a Perugia i giardini pubblici e le aree verdi destinate alla ricreazione sono stati finora interdetti al pubblico, causa emergenza Covid, e le norme dettate da Palazzo Chigi sui bambini si sono rivelate alquanto restrittive, con la possibilità – neppure concessa in tutte le regioni – di far fare ai più piccoli solo brevi scorrazzate intorno a casa. 
Adesso, con la ripartenza, l’orientamento è quello di riaprire i cancelli di parchi e giardini e di concedere a tutti, bambini compresi, ovviamente accompagnati dai genitori (probabilmente uno solo), la possibilità di uno sfogo in un periodo in cui non ci sono tante alternative e possibilità di distrarsi.
L’importante, è la raccomandazione del premier Giuseppe Conte, che continuino ad essere rispettate – anche dopo il 4 maggio - le precauzioni su uso di mascherine e distanze (forse portate a un metro e mezzo da una persona all’altra).

E a proposito c'è da registrare la posizione del sindaco di Perugia Andrea Romizi, che nella riunione che si è svolta in prefettura ha detto con chiarezza che da lunedì prossimo è pronto a riprire i parchi cittadini.
Dunque non resta che augurare: buona passeggiata a tutti, ovviamente sempre nel rispetto delle distanze di sicurezza.