Coronavirus, a Perugia più di mille supermulte da 533 euro

Il bilancio della prefettura su circa trentamila persone controllate
Perugia

A Perugia e dintorni sono almeno tremila le persone sanzionate, tra denunce e ammende, nel corso dei controlli messi in campo dalle forze dell'ordine. Dall'inizio della crisi sono state fermate circa 30mila persone.
Fra queste più di mille sono le supermulte comminate da 533 euro, 28 persone denunciate per false attestazioni e 6 per violazione del divieto di allontanamento.  Le disposizioni che sostituiscono sanzioni penali con sanzioni amministrative si applicano anche alle violazioni commesse anteriormente alla data di entrata in vigore del decreto, quindi avranno efficacia retroattiva. In questi casi, però, le sanzioni amministrative verranno applicate nella misura minima ridotta alla metà. Vengono ribadite «le limitazioni o divieto di allontanamento e di ingresso in territori comunali, provinciali o regionali, nonché rispetto al territorio nazionale». 
Gli esercizi commerciali passati al setaccio sono stati circa 21mila, mentre i titolari sanzionati ammontano a 34 e le attività provvisoriamente chiuse sono state 6.