Coronavirus, l’Umbria vuole sperimentare “Stop-Covid-19”

L’app per mappare spostamenti e limitare i contagi.
Perugia

L’Umbria vuole sperimentare l’applicazione StopCovid19. Si tratta di una app, di fatto uno strumento che consente di tracciare gli spostamenti delle persone che la scaricano in modo da avvertirli più rapidamente se vengono in contatto con utenti positivi al Coronavirus.
“La Regione si è mossa per predisporre ogni strumento necessario per consentire la sperimentazione in tutto il territorio regionale dell’app ideata dalla società valtellinese Webtek e donata alle autorità a titolo gratuito”, dichiara l’assessore regionale allo sviluppo economico, Michele Fioroni, precisando che “si conta di partire la settimana prossima”.
Fioroni spiega come è nata l’iniziativa: “Dopo aver letto un'intervista di Emanuele Piasini, ideatore dell'app, sono riuscito a contattarlo e abbiamo avviato un gruppo di lavoro per avviare la sperimentazione. Ritengo necessario che la Regione consenta l’utilizzo di ogni strumento a disposizione per la lotta al virus. L’Umbria può e deve essere territorio di sperimentazione tecnologica”. Gli spostamenti degli utenti sono tracciati con tecnologia Gps ma “la scelta di fornire il dato personale è rimessa al cittadino, così come la decisione di sospendere la diffusione dei dati e la cancellazione”. L’app, che aiuta le autorità competenti a mettere in atto eventuali misure preventive in caso di necessità, è “in fase di pubblicazione” su Apple Store e “in fase di approvazione” su Google Play, come si legge sul sito dedicato.