Assessore Melasecche positivo al tampone Covid-19

Regione chiusa fino a lunedì. Tra le persone sottoposte a test anche la presidente Donatella Tesei (esito negativo) e alcuni consiglieri regionali
Perugia

Coronavirus in Regione. Sono più di 80 i tamponi effettuati tra i dipendenti dell’amministrazione. 
A seguito della positività al Covid dell’assessore Enrico Melasecche, del direttore regionale Stefano Nodessi e di due collaboratori, tutti connessi allo stesso assessorato, sono state messe in campo le adeguate azioni  necessarie  a contenere la diffusione del virus. Si è proceduto all'indagine epidemiologica con il tracciamento dei contatti e ove necessario ad effettuare i tamponi. Tra le persone sottoposte a test anche la presidente Donatella Tesei (esito negativo)  e alcuni consiglieri regionali.
Quanto ai luoghi di lavori interessati, si sono attivate le procedure previste per sanificare i vari ambienti.
   Nella sede di Palazzo Donini la presenza dei positivi nei giorni passati è stata marginale ma, in via precauzionale, oltre alla sanificazione si è provveduto ad annullare tutti gli appuntamenti pubblici in calendario sino a fine settimana.
Assessore e direttore, che rimangono operativi in smart working rassicurano che i servizi di loro competenza rimangono pienamente operativi.
Da parte dell’assessore regionale Enrico Melasecche, riceviamo e pubblichiamo:
“Dopo l’episodio di ieri in cui è risultato positivo al coronavirus il direttore generale di Piazza Partigiani, sede dell’Assessorato, questa mattina mi sono recato in Ospedale a Terni con due miei collaboratori per sottopormi al tampone, come da protocollo sanitario, avendo avuto contatti diretti con lo stesso direttore.
Non avrei mai fatto diversamente controlli specifici. Siamo risultati tutti e tre positivi per cui è iniziata la necessaria procedura prevista in questi casi. Ho informato immediatamente la Giunta cui stavo partecipando in videoconferenza e poi il presidente dell’Assemblea Legislativa, vista la mia presenza in aula, ieri a Palazzo Cesaroni. Sto ricevendo moltissime telefonate e messaggi di vicinanza cui non riesco a rispondere personalmente. Ringrazio, uno ad uno, per l’affetto e la stima ma informo che ad oggi sto molto bene e che, pur riducendo necessariamente qualche appuntamento continuerò a lavorare anche con tutti i collaboratori in smart working, affinchè non si riduca l’impegno profuso in questi mesi verso gli obiettivi strategici che la Giunta ha iniziato a conseguire”.