Tre uomini scappano durante un controllo di Polizia

Un peruviano e due italiani, una volta localizzati sono stati deferiti all'Autorità Giudiziaria
Perugia

Personale del Reparto Volanti della Questura di Perugia, diretto dal Commissario dr.ssa CORNELI Monica, durante un servizio di controllo del territorio, procedeva al controllo di un’autovettura con tre uomini a bordo in zona Castel del Piano.

Il conducente del mezzo, percepita l’intenzione della pattuglia in fase di avvicinamento di poter espletare un controllo a loro carico, si dava immediatamente alla fuga accelerando improvvisamente cercando di far perdere le proprie tracce.

Il centro abitato, scena della scellerata e pericolosissima condotta dell’uomo alla guida, costringeva la Volante alla massima prudenza nel condurre l’inseguimento in atto al fine di evitare epiloghi drammatici per gli altri utenti della strada e per i pedoni al momento presenti. Dopo un intenso inseguimento dove i tre abbandonavano l’autovettura continuando la propria fuga a piedi riuscendo a nascondersi dietro un edificio nelle vicinanze.

Gli agenti delle Volanti, in sinergia con gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine Umbria Marche, riuscivano a circoscrivere la zona e localizzare i tre.

All’atto del controllo i tre uomini, i quali non riferivano agli agenti la motivazione del proprio comportamento, identificati come un cittadino extracomunitario di origini peruviane classe 1998 e due italiani classe 2000 e 2001. Uno dei due italiani presentava precedenti di polizia per il reato di furto mentre a carico del cittadino peruviano risultava un pregresso di Polizia per possesso di sostanze stupefacenti.

I tre uomini venivano deferiti all’Autorità Giudiziaria per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale, in quanto dopo essersi sottratti a controllo fuggendo pericolosamente a bordo dell’auto, nonostante il protrarsi dell’inseguimento in condizioni di estremo pericolo cercavano in tutti i modi di nascondersi agli agenti.

A carico del conducente veniva altresì contestati il mancato possesso della documentazione dovuta, l’obbligo di fermarsi nei confronti del P.U. nell’esercizio delle proprie funzioni e la velocità non commisurata all’interno del contesto urbano.