Inchiesta Sanità, processo a Bocci rinviato al 4 dicembre

Per ora non ci sono parti civili contro l’ex sottosegretario
Perugia

La prima udienza del processo all’ex segretario del Pd dell’Umbria, Gianpiero Bocci, accusato di rilevazione di segreto d’ufficio nell’inchiesta sui concorsi truccati al Santa Maria della Misericordia, è stata rinviata al 4 dicembre.
In questa fase Bocci, difeso dagli avvocati David Brunelli e Alessandro Diddi, deve rispondere alle accuse di rivelazione di segreto d’ufficio.
  Il motivo del rinvio a dicembre è dovuto all’adesione dei legali dell’imputato all’astensione proclamata dall’Unione delle Camere penali contro la riforma della prescrizione, che entrerà in vigore all’inizio del 2020.
   Il 4 dicembre il primo collegio del tribunale di Perugia valuterà quali testimoni verranno sentiti durante il dibattimento.
Per il momento non sono state depositate richieste di costituzione di parte civile ma ci sarà comunque tempo fino al 4 dicembre.