Concorsopoli: impedito l'accesso ai giornalisti all'interno del Tribunale penale

La presa di posizione dell'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria
Perugia

Attraverso una nota stampa che pubblichiamo, l'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria, accogliendo segnalazioni dai propri iscritti, prende atto del fatto che nella mattinata di martedì 16 marzo 2021 ad alcuni colleghi è stato impedito l'accesso all'interno del tribunale penale (allestito negli spazi dell'Istituto Capitini) riunito in udienza pubblica nell'ambito del procedimento denominato Concorsopoli.

Secondo ulteriori informazioni assunte con comprensibili difficoltà dai giornalisti all'esterno della struttura, il tribunale stesso avrebbe valutato tale udienza come "non di interesse pubblico in quanto deputata alla sola costituzione delle parti". Viene fatto altresì notare che gli spazi del Capitini hanno una capacità ricettiva tale, anche a fronte dell'esiguità del numero dei colleghi che seguono tale procedimento penale, da non giustificare alcun possibile timore legato alla diffusione del Covid.

L'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria valuta con estrema preoccupazione quanto accaduto e si riserva di acquisire ulteriori informazioni a tutela  del diritto dei colleghi di seguire professionalmente gli accadimenti pubblici della Giustizia e, nel contempo, a difesa del principio costituzionale che garantisce la libertà di stampa anche e soprattutto nell'interesse dei suoi fruitori.