Lavoro - Niente mobilità per i dipendenti delle aziende umbre

Il Job Act elimina la Commissione Tripartita senza creare alternative. Chi decide? Non si sa. 28 lavoratori restano nel limbo. Intanto la Regione......
Perugia

Uno dei decreti attuativi del Job Act ha abolito le commissioni provinciali, che erano gli unici organismi deputati a decidere sulla concessione della mobilità ai lavoratori delle aziende in difficoltà.

In Umbria non esiste, infatti, un omonimo organismo regionale, perchè nessuno ha mai provveduto a nominarlo”. Così nell'ultima riunione della commissione Tripartita non si è potuto discutere e ratificare le liste di lavoratori da inserire in mobilità. Risultato 28 persone di diverse aziende umbre sono attualmente fuori dai provvedimenti di mobilità e, dicono i rappresentanti dei lavoratori “non si sa per il futuro che prassi attivare”.

 

Infatti anche fosse stata nominata la Commissione Regionale, saremmo punto e capo, perchè lo stesso decreto ha abolito anche quella. Adesso pare che la Regione stia tentando di “metterci una pezza” con una delibera che autorizzerebbe le Province a prendere, in attesa di un chiarimento da Roma, le decisioni necessarie per la concessione della mobilità a questi 28 lavoratori. Dopo il caos Province, un altro limpido esempio di un provvedimento del Governo “fatto a capocchia?”.