I comitati “Riapriamo l’Italia in Salute” e“Libera Scelta” scendono in piazza

Manifestazione indetta domani 9 febbraio a Piazza Italia
Perugia

Il comitato “Riapriamo l’Italia in Salute” e il comitato “Libera Scelta” hanno organizzato una manifestazione che si terrà domani, martedì 9 febbraio a Perugia in Piazza Italia dalle ore 9 alle 13, in concomitanza con una riunione del Consiglio regionale.

"Lo scopo della manifestazione - scrivono i comitati - è sensibilizzare i Consiglieri regionali e la Giunta al fine di ottenere un confronto col CTS regionale per Covid-19 da parte di un Comitato Tecnico Scientifico indipendente, composto da Medici e Biologi portatori di Protocolli ed esperienze terapeutiche di prevenzione e guarigione di migliaia di persone affette da Covid-19. Il tema è stato già affrontato e illustrato da parte del Dottor Franco Trinca (Biologo Nutrizionista clinico) il 17 dicembre 2020 in una audizione con la Commissione Sanità della Regione, chiesto dal comitato Libera Scelta. Al termine dell’audizione la Presidente Eleonora Pace promise che la richiesta di confronto scientifico col CTS regionale sarebbe stata riportata “a chi di dovere”… ma alcun riscontro hanno successivamente avuto i richiedenti".

"A fronte di tale silenzio delle Autorità regionali - aggiungono i comitati -, in data 31 dicembre il dott. Franco Trinca promotore del comitato “Riapriamo l’Italia in Salute” e la Signora Barbara Bronzini portavoce del comitato “Libera Scelta”, hanno inoltrato una PEC indirizzata alla Presidente Tesei e all’Assessore alla Sanità Coletto (p.c. alla Presidente della Comm. Sanità Eleonora Pace), reiterando la richiesta di confronto scientifico col CTS regionale. Registrando ancora una volta il silenzio assordante della Regione e l’insensibilità verso una ragionevole e fondata richiesta proveniente da componenti significative, per quanto minoritarie, del mondo scientifico, sanitario e della società civile, i comitati suddetti hanno deciso di portare la propria istanza all’attenzione del Consiglio regionale, della cittadinanza e dei media. Si invitano tutti i cittadini consapevoli a partecipare alla manifestazione".