Ottantaquattrenne evade dai domiciliari per andare ad adescare minori

Il magistrato di Sorveglianza revoca i domiciliali per l'anziano già condannato per reati sessuali su ragazzini
Perugia

Mentre era ai domiciliari, dove stava scontando una condanna a sei anni per reati di natura sessuale nei confronti di minorenni, era evaso più volte e aveva cercato di adescare altri ragazzini.
Per questa trasgressione l'84enne perugino assistito dall'avvocato Luca Maori è stato rimandato in carcere.
A deciderlo il tribunale di Sorveglianza, con un'ordinanza con cui revoca definitivamente la misura alternativa. Queste le motivazioni: “Durante la misura domiciliare, nel corso degli ultimi mesi, ha più volte violato le prescrizioni orarie impostegli con conseguenti diffide da parte del magistrato di sorveglianza. In ultimo poi è risultato anche denunciato per adescamento di minori (di 10 e 13 anni) avvicinati alla fermata dell'autobus". In quella circostanza l'anziano, aveva cercato di circuire i ragazzini offrendo loro soldi e bibite facendo riferimento nel corso del dialogo alle loro parti intime. I ragazzini avevano raccontato tutto ai genitori, specificando che quell'anziano si era più volte rivolto loro in quel modo così volgare. I genitori avevano chiamato la polizia e gli agenti della squadra volante lo avevano riportato in cella.