Cittadella giudiziaria, ok ai lavori nell’ex carcere

La Regione cambia il regolamento
Perugia

il Comune di Perugia torna a chiedere al governo tempi certi sulla realizzazione della cittadella giudiziaria, da realizzare nell’ex carcere di Piazza Partigiani. Il sindaco Romizi ha chiesto tempi certi al ministro Bonafede, spiegando che «tutti i progetti, come al solito, vanno accompagnati passo dopo passo. Abbiamo una interlocuzione costante con tutti gli attori coinvolti, in primis con l’Agenzia del demanio, e cercheremo di ottenere un confronto con il governo. Il progetto risulterebbe esistere ma vogliamo chiarezza sui tempi». 
Tra le novità positive c’è il fatto che la giunta regionale ha messo mano, come sottolineato da Romizi e dal vicepresidente Roberto Morroni, al regolamento che frapponeva degli ostacoli al recupero della struttura per una serie di vincoli sulle sagomature.  Di fatto Palazzo Donini ha ritoccato la delibera del 2017 sul regolamento edilizio degli immobili in centro storico. La norma che impedisce la “risagomatura” dei palazzi dell’acropoli, non si applica più ai beni di interesse statale. E la cittadella giudiziaria è tra questi.