Capodanno in zona rossa: attenzione ai festeggiamenti fuorilegge

Maggiori controlli da parte delle Forze dell'Ordine
Perugia

Come il Natale, anche l'ultimo dell'anno verrà festeggiato in zona rossa, le cui regole più stringenti saranno valide fino al 3 gennaio 2021 compreso.

Durante la notte di San Silvestro, inoltre, il coprifuoco verrà esteso dalle 22 fino alle ore 7 di mattina (quindi due ore in più rispetto al solito).

Maggiori e ancora più mirati saranno i controlli da parte delle Forze dell'Ordine, impegnate a contrastare i rischi di assembramento e potenziali feste fuorilegge, assolutamente vietati. Così come sono vietati anche i tradizionali festeggiamenti in piazza o il classico spettacolo pirotecnico in Centro storico.

Come ha evidenziato il Questore di Perugia, Dottor Antonio Sbordone, durante la in occasione dell'ultimo dell'anno: "Non viene esclusa quindi, nonostante la cittadinanza risulti aver compreso l’importanza del rispetto di determinati comportamenti, l’ipotesi di organizzazione di festeggiamenti che potrebbero portare ad assembramenti pericolosi in locali notturni da ballo o strutture, all’occasione, adibite a feste private. In tal caso le Forze di Polizia interverranno con il massimo rigore”.

Altissima sarà dunque l’attenzione riguardo il regolare utilizzo dei giochi pirotecnici che potranno essere eseguiti, ma sempre nel rispetto delle normative anti Covid-19, nei confronti della chiusura dei locali di pubblico spettacolo come ad esempio bar, discoteche e sale da ballo.

A Foligno, il sindaco Stefano Zuccarini ha firmato un'ordinanza che vieta in tutto il territorio comunale di Foligno, dalle ore 20 del 31 dicembre alle ore 7 del primo gennaio 2021, di accendere fuochi d'artificio, lanciare razzi, esplodere petardi, innalzare aerostati con fiamme o altri fuochi pirotecnici o fare uso di altri prodotti similari, anche se posti in libera vendita.

“Siamo in piena emergenza sanitaria epidemiologica da Covid-19 - ha commentato il sindaco di Foligno - ed è ancor più necessario evitare afflussi alle strutture sanitarie causa trami o lesioni dovuti ad uso imprudente e scorretto di prodotti esplodenti e similari – ha rilevato Zuccarini - che andrebbero a gravare sul lavoro del personale medico e paramedico già impegnato nella lotta alla pandemia. Ho voluto inoltre sottolineare che fra le conseguenze non sono da sottovalutare gli effetti traumatici indotti dal rumore sugli animali, non solo di affezione, e non solo nelle vicinanze di strutture quali canili e gattili ma su tutto il territorio del Comune. Mi appello al senso di responsabilità di tutti i cittadini, e li invito al rispetto del lavoro dei nostri sanitari, delle nostre forze dell'ordine e della salute dei nostri amici animali”.

LE REGOLE DELLA ZONA ROSSA

  • SPOSTAMENTI: è fatto divieto di spostamento se non per motivi di lavoro, salute, necessità (ad esempio, i genitori separati potranno ricongiungersi con i figli minorenni) o urgenza sia tra regioni, sia tra comuni diversi, sia all'interno dello stesso comune. Si potrà andare in un'altra Regione anche per visitare un anziano non autosufficiente. Sarà possibile, comunque tornare alla propria residenza, domicilio o abitazione, se per qualche motivo ci si trova in un’altra Regione anche durante i giorni di zona rossa. Ogni spostamento dovrà essere giustificato da un'apposita autocertificazione;

  • AMICI E PARENTI: è permesso tuttavia andare, nella fascia oraria 5 – 22 a fare visita ad amici o parenti che si trovano all'interno della stessa regione (possono trovarsi anche fuori dal proprio comune di residenza). Si potranno visitare amici o parenti andando in massimo due persone in auto; i figli minori di 14 anni, le persone con disabilità e conviventi non autosufficienti sono esclusi dal conteggio. Si potrà visitare una sola abitazione al giorno.

  • BAR, RISTORANTI E NEGOZI: chiusi tutti i negozi, bar e ristoranti, ad eccezione dei servizi essenziali (farmacie, tabacchi, alimentari, parrucchieri, edicole che rimarranno aperti). Il servizio di asporto è consentito fino alle ore 22, mentre la consegna a domicilio non ha limiti orari;

  • SPESA: è sempre consentito lo spostamento per fare la spesa fuori dal Comune dove si abita, se il Comune vicino al proprio ha punti vendita necessari alle proprie esigenze (anche in termini di convenienza economica);

  • COPRIFUOCO: rimane il coprifuoco dalle ore 22 alle ore 5, ad eccezione del 31 dicembre, quando verrà esteso dalle 22 alle 7 di mattina;

  • SECONDE CASE: è vietato andare nella seconda casa, se questa si trova al di fuori della regione. È invece concesso andare nella seconda casa se questa si trova all'interno dello stesso comune, rispettando comunque il limite orario del coprifuoco;

  • SPORT E ATTIVITA' MOTORIA: l'attività motoria (anche una semplice passeggiata con il cane) è sempre consentita nei pressi della propria abitazione. L'attività sportiva è consentita all'aperto e si deve svolgere necessariamente in forma individuale;

  • FESTE: le feste, sia all'interno dei locali pubblici che nei luoghi privati, sono vietate;

  • SPOSTAMENTI PER TURISMO: Gli spostamenti per turismo verso un’altra Regione non sono consentiti, neanche all'interno della stessa regione.

I CONTROLLI DELLE FORZE DELL'ORDINE

Negli ultimi due giorni, nei quali vigevano le regole della zona arancione - 29 e 30 dicembre -, sono state controllate in totale 629 persone, di cui 11 sanzionate per aver violato le normative anti-Covid.

191 gli esercizi controllati, con solo due multe.