Covid in Umbria all'11 settembre: una vittima e ricoveri in aumento

Nelle ultime 24 ore i nuovi positivi sono stati 87 a fronte di 1.633 tamponi molecolari e 5.987 test antigenici
Perugia

Una giornata triste sul fronte Covid in Umbria, che l'11 settembre fa contare un'altra vittima e anche un lieve aumento sia degli attualmente positivi che dei ricoverati in terapia intensiva. Emerge dal Umbria che tiene aggiornato il monitoraggio della diffusione del virus sul territorio, e registra che da inizio pandemia le vittime sono state 1.436 a fronte di 62.741 casi di contagio scoperti dal marzo 2020.

Nelle ultime 24 ore i nuovi positivi sono stati 87 a fronte di 1.633 tamponi molecolari e 5.987 test antigenici, che consegnano una positività del 5,3 per cento sui soli molecolari, in leggera diminuzione su quello di sabato scorso che era del 5,6, mentre il tasso scende all’1,1 per cento considerando anche i test, anche in questo caso il livello è in flessione rispetto a sette giorni fa, quando si attestava a 1,4.
Negli ospedali, invece, si registra un ricovero in più in terapia intensiva, dove sono trattati sette pazienti, mentre complessivamente, compresi i casi più gravi già riportati, il personale sanitario ha preso in cura 58 pazienti, senza variazioni rispetto al giorno precedente.
Cresce di poco anche il numero degli attualmente positivi che torna sopra quota 1.500, precisamente a 1.503, mentre venerdì gli umbri ancora alle prese col virus erano 1.492.