I deputati della Lega, Caparvi e Marchetti, chiedono le dimissioni del ministro Azzolina

"Con le sue scelte il ministro Azzolina umilia la scuola"
Perugia

«L'ultima esternazione in ordine di tempo del Ministro Azzolina ha del ridicolo. Affermare in conferenza stampa "il 15% degli studenti devo portarli fuori dalle scuole" equivale a dichiarare il fallimento dei propri obiettivi di far ripartire una scuola per tutti e in totale sicurezza. Vogliamo capire cosa ha fatto il ministro Azzolina in questi mesi per arrivare così impreparata al mese di giugno e non avere ancora risposte efficaci sulla riapertura delle scuole a settembre. Il primo "motore" che doveva ripartire nel post covid era quello della scuola, ma a causa di un ministro assolutamente incapace e incompetente, invece il comparto scuola è stato ridotto a continue umiliazioni e continue esternazioni senza senso. Non c'è altra soluzione che le dimissioni del ministro Azzolina».
      Così i deputati umbri della Lega
   Virginio Caparvi e Riccardo Augusto Marchetti