Una bellissima Notte Gialla all'Università per Stranieri

La performance artistica e musicale è il frutto della contaminazione fra i diversi linguaggi delle arti visive multimediali, del teatro e della danza
Perugia

Si è tenuta giovedì 14 luglio 2016 la Notte Gialla dell’Università per Stranieri di Perugia, direzione artistica del Teatro di Sacco, evento durante il quale la rinnovata Piazza Grimana ha fatto da cornice ad una performance artistica e musicale frutto della contaminazione fra i diversi linguaggi delle arti visive multimediali, del teatro e della danza.

Lo spettacolo si è avvalso di due elementi scenici d’eccezione: l’Arco Etrusco e Palazzo Gallenga. Quest’anno infatti, l’iniziativa è stata ospitata dalla “rinnovata” Piazza Fortebraccio, per i perugini e per gli studenti dell’Ateneo Piazza Grimana, luogo cittadino legato alla vita istituzionale della Stranieri per contiguità e condivisione degli indicatori di comunità. Dopo la recente riqualificazione qui trovano spazio eventi ed altre iniziative. 
La sinergia artistica da cui nasce la performance andata in scena il 14 luglio dal titolo Time Gate ha visto la partecipazione di diverse forme del talento. Il risultato è stato un’esibizione artistica unica e multisensoriale, presentata al pubblico a partire dalle ore 21:30 attraverso suggestivi giochi di luci, ombre e suoni  
L'Arco Etrusco testimone immobile della storia di Perugia, si è trasformato per una sera in una sorta di macchina del tempo. Attraverso le parole del più grande viaggiatore del mito Odisseo, interpretate da Maurizio Modesti, gli spettatori sono stati proiettati in un viaggio virtuale con l’ausilio del video mapping, nuova frontiera dell’arte e della tecnologia che proietta immagini in computer grafica su superfici reali, in questo caso quella dell’Arco di Etrusco o arco Augusto appunto, porta settentrionale della Perugia antica, ottenendo spettacolari effetti di proiezione 3D.
Durante il viaggio virtuale si sono incontrate le note di Stefano Ragni, il Coro Voci dal Mondo diretto dal Maestro Alberto Bustos e i sui canti, le coreografie di Undercover Dance Company di Manuela Giulietti e i talenti degli studenti dell’Università per Stranieri di Perugia che hanno partecipato alla realizzazione di Time Gate.
Patrocinata dal Comune di Perugia, Capitale Italiana dei Giovani 2016, la serata si è conclusa con il concerto della cover band di Fabrizio De Andrè Creuza de Ma.
Nell’attesa degli eventi in notturna “Aspettando la notte Gialla”: porte aperte a tutti coloro che, turisti, studenti e curiosi, hanno voluto partecipare ai tour guidati e scoprire la storia di Palazzo Gallenga, pregevole esempio di architettura tardo-barocca, i corsi e i servizi offerti. Mattina e pomeriggio lezioni di approfondimento si sono tenute in Piazza, all’aria aperta; si è parlato di lingua italiana per stranieri, dei temi della commedia dell'arte, di pittura tardogotica e metodi di lettura delle opere. Oltre centocinquanta in totale i partecipanti, molti i turisti, alle cinque classi programmate. I desk dedicati all’orientamento, allestiti per l’occasione fino alle 18:00, anno fornito informazioni relative ai corsi di lingua e cultura italiana, rivolti specificatamente agli stranieri e ai corsi di laurea e laurea magistrale dell’Ateneo afferenti a due distinte macroaree: quella didattico-linguistica e promozionale-interculturale della lingua italiana e quella della comunicazione e delle relazioni internazionali. 
Una mostra. Nel corso della giornata anche una mostra ancora in atto, Donne, dedicata ai temi del femminile frutto della creatività di due studentesse cinesi e la proiezione di film girati in Umbria.