Patto tra le Università per trattenere più studenti stranieri

Siglato a Palazzo Gallenga un accordo che ottimizza i percorsi didattici di ragazzi e ragazze
Perugia

Attrarre gli studenti con i crediti formativi studiando italiano alla Stranieri, da spendere poi all'Università degli Studi di Perugia. Questo per far sì che gli studenti cinesi che imparano la lingua poi proseguano i loro corsi di studio nell'ateneo perugino.

Accordo siglato. Si è tenuta, presso la Sala Goldoni di Palazzo Gallenga, la conferenza stampa di presentazione dell’accordo “Le Università di Perugia per la Cina” che ha come obiettivo primario la realizzazione di un progetto formativo condiviso tra i due atenei, rivolto agli studenti cinesi del programma Marco Polo. Grazie a questa convenzione, oltre al periodo di formazione linguistica obbligatoria di 10 mesi previsto dal Programma Marco Polo, gli studenti che si preiscrivono ai corsi di laurea e laurea magistrale dell’Università degli Studi hanno l’opportunità di frequentare un laboratorio di orientamento formativo specialistico, organizzato dall’Università per Stranieri, che li dota di tutti gli strumenti linguistici necessari ad affrontare il corso di laurea prescelto.
Riconoscimento del Cfu. Tutte le attività didattiche relative alla formazione linguistica svolta presso l’Università per Stranieri vedono anche il riconoscimento di Cfu (Crediti Formativi Universitari) da parte dell’Università degli Studi ai fini del conseguimento della laurea.
I Rettori dei due atenei hanno dunque siglato un accordo analogo denominato “Le Università di Perugia verso il mondo” che mira ad allargare a tutti gli studenti stranieri l’opportunità di un percorso di studi concertato congiuntamente.
Riuscire a tratteggiare un simile percorso didattico comporta un arricchimento anche per la città di Perugia, sede di un’esperienza di studio e di vita che molti studenti riporteranno con soddisfazione nei Paesi d’origine a vantaggio di una promozione dell’immagine di Perugia nel mondo.
Presenti, per l’Università degli Studi: il Rettore Franco Moriconi, la professoressa Elena Stanghellini, delegato del Rettore per il settore Relazioni internazionali, la professoressa Ester Bianchi, professore associato in Lingue e letterature della Cina e dell’Asia sud orientale presso il Dipartimento di Filosofia, scienze sociali, umane e della formazione; in rappresentanza dell’Università per Stranieri, col Rettore Giovanni Paciullo, parteciperanno Fabrizio Focolari, responsabile Servizio Relazioni internazionali, Erasmus e mobilità ed Erica Cecchetti, dottoranda e referente area Asia.