Ruba capi di vestiario in un negozio: tunisino arrestato e condannato

Dovrà scontare un anno di carcere. Recuperata la refurtiva
Perugia

Nella tarda serata di ieri, un equipaggio dell’aliquota radiomobile della Compagnia di Perugia ha intercettato un giovane tunisino che aveva appena commesso il furto di alcuni capi di abbigliamento in un negozio di un  centro commerciale del capoluogo umbro.

A far scattare l’allarme è stato un addetto alla vigilanza che, avvisato dal negoziante che si era insospettito dall’atteggiamento dello straniero, ha inseguito l’uomo fuori dall’esercizio commerciale. Lo straniero, infatti, accortosi che stava per essere smascherato, ha cercato di darsi alla fuga, inseguito dall’addetto al servizio di sicurezza che nel frattempo allertava i carabinieri. La centrale operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Perugia, ha inviato un equipaggio radiomobile che ha rintracciato e bloccato il tunisino.

Nel  corso delle indagini, il ladro è stato trovato in possesso di diversi capi di abbigliamento sportivo firmati, che aveva occultato all’interno di una borsa, per un valore complessivo di circa 500,00 euro. L’uomo, un 28enne tunisino, senza fissa dimora, irregolare sul territorio nazionale, già noto alle locali forze di polizia e alla giustizia penale italiana per la commissione di reati contro il patrimonio, è stato arrestato in flagranza di reato con l’accusa di furto aggravato, mentre la  refurtiva, invece, recuperata dai militari è stata restituita al negoziante.

Nella mattinata odierna, dopo la convalida dell’arresto, a seguito di patteggiamento all’uomo è stata applicata la misura cautelare della custodia in carcere, dove dovrà scontare la pena di un anno.