Atti persecutori alla ex, arrestato albanese

Già noto alle cronache giudiziarie locali, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare emessa, nella stessa giornata, dal Tribunale di Perugia
Perugia

I Carabinieri di Perugia rispondono alle esigenze di sicurezza del Capoluogo e del suo hinterland; nel caso di specie, dando puntuale esecuzione a provvedimenti restrittivi emessi dall’Autorità Giudiziaria.

Nel pomeriggio di ieri 25 maggio, infatti, i militari della Stazione CC di Perugia Fortebraccio, al termine di un predisposto servizio, hanno localizzato e arrestato un 30enne albanese, residente a Perugia, già noto alle cronache giudiziarie locali, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare emessa, nella stessa giornata, dal Tribunale di Perugia.

Il provvedimento restrittivo scaturisce a seguito delle violazioni, poste in essere dal predetto, nel mese di aprile u.s., alle prescrizioni impostegli dalla misura del divieto di avvicinamento alla ex compagna, cui era sottoposto per il reato di atti persecutori. Espletate le formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso la propria abitazione, in regime di arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.