E45 al collasso, l'on Laffranco chiede all'Anas la verità

La Commissione Lavori Pubblici della Camera conferma come sia stato chiaramente sottovalutato l'impatto che gli interventi sul raccordo autostradale Perugia-Bettolle
Perugia

L'onorevole Pietro Laffranco, parlamentare umbro di FI, punta il dito sulle responsabilità dell'Anas per quanto riguarda gli eterni lavori sulla superstrada.

La sottovalutazione dell'impatto sugli automobilisti. «La risposta fornita oggi dal Governo in Commissione Lavori pubblici della Camera conferma come Anas abbia chiaramente sottovalutato l'impatto che gli interventi sul raccordo autostradale Perugia-Bettolle, peraltro assolutamente necessari, avrebbero avuto sul traffico in entrata ed uscita dal capoluogo regionale determinando il caos cui i cittadini si sono dovuti abituare da mesi».
Che venga detta la verità. Secondo il parlamentare «nessuna conferma, ad di là dei turni da 16 ore, infatti è giunta da parte di Anas di quanto precedentemente promosso e comunicato nella risposta alla mia precedente interrogazione dello scorso gennaio in merito a turni aggiuntivi prefestivi, festivi e notturni, ossia ci era stata detta una bugia per tranquillizzare i cittadini giustamente infuriati».
«Ecco perché dichiarandomi del tutto insoddisfatto per la risposta del Governo - ha annunciato Laffranco -, ho chiesto che lo stesso valuti per le opportune decisioni il comportamento di Anas che ha come minimo peccato di superficialità».