Superalcolici a minori, chiuso bar nel centro storico di Perugia

Irregolarità emersa nell'ambito delle indagini sulla violenza sessuale avvenuta nel cuore dell'acropoli
Perugia

Rigoroso provvedimento del Questore di Perugia dr. Antonio Sbordone il quale, in applicazione dell’articolo 100 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, ha disposto la chiusura, per un periodo di 30 giorni, di un bar sito in centro storico.

Il provvedimento del Questore è stato notificato da personale della Divisione Polizia Amministrativa Sociale, unitamente alla Squadra Volante ed alla Polizia Scientifica della Questura di Perugia.

Una decisione importante che nasce dalle indagini condotte dall’Arma dei Carabinieri e coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Perugia in merito alla violenza sessuale su minore recentemente consumatasi in centro storico, nell’ambito delle quali emergeva anche la somministrazione di bevande ad alto contenuto alcoolico a minori all’interno del citato bar.

Il provvedimento è motivato anche da ragioni di tutela dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica, con la finalità di prevenire episodi connessi all’abuso di sostanze alcoliche, come si è accertato essersi verificato in occasione delle recenti liti occorse nel centro storico cittadino.

È stata accertata l’assoluta mancanza del rispetto della normativa vigente, da parte del gestore del bar, relativa all’ accertamento dell’età dei propri clienti prima della mescita dei super alcolici. Il Questore ha pertanto disposto, con specifico provvedimento notificato al responsabile dell’esercizio commerciale nella mattinata odierna, l’immediata sospensione e chiusura del locale per 30 giorni.

“Saremo inflessibili nel nostro compito di far rispettare le leggi ancor più quando dal mancato rispetto di esse possono derivare conseguenze pericolose per i nostri giovani”

Il costante monitoraggio, degli esercizi commerciali e di ritrovo, al fine di assicurare il rispetto delle norme e la regolarità della fruizione degli spazi pubblici continuerà ad essere una priorità dei servizi di Polizia.