Con l'auto in panne, rimasto bloccato sotto il sole per sei ore, salvato dalla Polizia

Il cinquantenne di Passignano trovato disidratato e in stato confusionale
Passignano sul Trasimeno

Un cinquantenne di Passignano ha aspettato per ore che qualcuno gli prestasse soccorso e solo l’intervento di una pattuglia della polizia stradale ha evitato il peggio. 
L'uomo si era recato a far visita al fratello residente a Firenze ed era poi ripartito dal capoluogo toscano per tornare in Umbria, quando nel percorrere la strada statale 715 in direzione Bettolle, si è accorto che l'auto sulla quale stava viaggiando, ha cominciato a perdere potenza.
Probabilmente l’auto si è fermata perché senza benzina. Riuscito ad arrivare in una piazzola di sicurezza il cinquantenne non ha potuto però chiamare i soccorsi perchè il telefono cellulare era scarico.
A quel punto si è seduto all’interno dell’abitacolo dell’auto in attesa di un aiuto. Sotto il sole che faceva segnare 36 gradi. La fortuna ha voluto che dopo circa sei ore, una pattuglia della polizia stradale in transito lungo quel tratto di strada, notando il triangolo e l’auto ferma, si è accostata per accertarsi della situazione. Come riporta il Corriere dell'Umbria gli agenti hanno trovato l’uomo all’interno del veicolo, visibilmente disidratato, in leggero stato confusionale e privo di documenti. Compresa subito la gravità della situazione, i poliziotti gli hanno offerto immediatamente dell’acqua e del cibo e hanno chiamato un’ambulanza per l’immediato soccorso. Successivamente hanno rintracciato i parenti dell’uomo informandoli che sarebbe stato trasportato all’ospedale di Nottola per accertamenti. Una vicenda che avrebbe potuto avere un esito molto diverso e che per fortuna si è conclusa con un lieto fine.