Sgominato clan della droga a Passignano sul Trasimeno

Arrestato un albanese di 30anni, già noto alle Forze dell’Ordine, condotto nel carcere di Capanne
Passignano sul Trasimeno

I Carabinieri di Città della Pieve hanno scoperto un traffico di droga che passava da Arezzo a Passignano sul Trasimeno.
L'operazione ha portato a sgominare un vero e proprio clan dello spaccio che ha visto al centro di tutto il comprensorio lacustre. 

Dall'indagine, fatta anche di lunghi appostamenti in borghese, sono emerse decine di vendite di dosi di cocaina a soggetti provenienti dalla provincia di Arezzo, Siena e da quella di Perugia.

Fra i clienti uomini e donne dell’età compresa tra i 19 ed i 65 anni: imprenditori, operai, impiegati, studenti, casalinghe e pensionati, alcuni dei quali beneficiari di reddito di cittadinanza.
 
In tale contesto, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Perugia, ha indagato un cittadino albanese, trentenne domiciliato in Passignano sul Trasimeno, già conosciuto dai Carabinieri. Secondo gli investigatori il principale presunto indiziato avvalendosi di almeno tre connazionali controllava una piazza di spaccio itinerante, comunque compresa nel territorio del comune di Passignano. L'allbanese, già noto alle forze dell’ordine è stato arresto e condotto nel carcere di Capanne.

Ieri mattina è scattato il blitz, uomini dell'Arma e due unità cinofile del Centro Carabinieri di Firenze, hanno dato esecuzione alla ordinanza della Procura nei tre luoghi di dimora degli indagati. Tre gli arresti eseguiti, uno in carcere e due ai domiciliari. Due residenti in Passignano e uno a Corciano. Sono stati sequestrati 6.860 euro in contanti, numerose dosi di cocaina, 9 telefoni cellulari, 10 sim card e vari appunti contabili.