Indagini ospedale di Pantalla

Nel mirino il reparto di Oculistica,diversi gli indagati
Pantalla

L'inchiesta sulla convenzione  che metteva a disposizione di privati strutture e professionisti presso l'ospedale di Pantalla inizia a prendere corpo con alcuni indagati che sono nel mirino de NAS e della Procura. 
Alla base dell'indagine ci sarebbe la convenzione di servizi di oculistica creata con l'obiettivo di ridurre le liste di attesa, che, sembrerebbe, non essere stata  rinnovata ma neanche stoppata da Casciarri, Direttore generale della USL1, a partire dal mese di Luglio dello scorso anno.
All'epoca Casciarri aveva dato incarico ad un gruppo di suoi collaboratori per effettuare una verifica sul caso, essendo state approvate le convenzioni da altri e prima del suo incarico .
Tuttavia malgrado il parere dei tecnici che evidenziarono alla Direzione generale le anomalie delle convenzioni,non sarebbe mai stato esercitato il diniego del servizio.
Le convenzioni prevedevano che la USL1 mettesse a disposizione di professionisti privati ed esterni alla struttura ospedaliera, ambulatori e sale operatorie attrezzate con l'ausilio di personale specializzato ( infermieri, anestesisti ecc.) con il vantaggio per l'ente ospedaliero di velocizzare le lunghe attese degli interventi . Tra gli indagati non ci sarebbero solo medici ma anche altri tecnici e professionisti.