Due ore di sciopero alla Trafomec contro il silenzio della proprietà

Mercoledì 19 maggio sindacati e Rsu promuoveranno un’iniziativa di protesta davanti ai cancelli della fabbrica, alle ore 11 con 2 ore di sciopero
Panicale

Alla Trafomec di Tavernelle i sindacati insieme alla Rsu dell'azienda, hanno indetto uno sciopero di due ore in programma per domani per tentare così di "scuotere" una situazione definita paradossale, dopo che si attende di una nuova newco dovrebbe per rilanciare le produzioni e il futuro occupazionale dei circa 90 addetti, ma la proprietà cinese della InducTek Power, guidata dal presidente Xiang Xiong Cao, che ha avviato l’operazione (e siede anche nel Cda della newco) è praticamente irrangiungibile nonostante le varie richieste d’incontro inviate.

In una nota Cristiano Alunni della Fiom Cgil e Andrea Calzoni della Fim Cisl, insieme alla Rsu Trafomec – la newco, con una capitalizzazione di un milione di euro, doveva subentrare da gennaio 2020, tramite affitto d’azienda, a Trafomec Shanghai Ltd ma ad oggi l’operazione non si è concretizzata.

“Tra l’altro – continuano i sindacalisti – circa 70 lavoratori sono in cassa integrazione ed è quindi facilmente comprensibile la preoccupazione per il futuro". "Come è possibile – si chiedono Alunni e Calzoni – che da 6 mesi non si riesca ad avere chiarimenti da parte della proprietà? E perché la Regione Umbria non ci riceve nonostante le richieste inviate?”.

Per chiedere che si faccia subito chiarezza sul futuro di Trafomec, mercoledì 19 maggio sindacati e Rsu promuoveranno un’iniziativa di protesta davanti ai cancelli della fabbrica, alle ore 11 con 2 ore di sciopero.