Orvieto: sanità rischia il collasso

L'allarme dei sindacati: carenza di personale e meno posti letto
Orvieto

I sindacati, tra cui Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Fppl, denunciano la grave situazione in cui versa l'Ospedale di Orvieto, il Santa Maria della Stella.

Il nosocomio dell'orvietano, come si legge nel report dei sindacati, "dopo la prima ondata non ha mai ripreso tutte le attività, ma rimodultato in maniera restrittiva le prestazioni ambulatoriali e così tutte le altre attività ospedaliere programmate e non. Sono stati diminuiti i posti letto in Cardiologia, Ortopedia, Chirurgia e Riabilitazione, questi ultimi inseriti nella Medicina Generale".

Un altro porblema sollevato dai sindacati è quello della carenza di personale, riguardo al quale questi ultimi commentano: "è necessario riaprire il pre-triage per filtrare gli accessi in ospedale e sarebbe necessario poterlo far eseguire a infermieri formati ad hoc per questa funzione".

Altre richieste da parte dei rappresentanti dei lavoratori riguardano l'aumento delle dotazioni di tamponi, il potenziamento del punto drive through in ospedale e la nomina di un direttore del presidio ospedaliero.