Famiglia bloccata sull’autostrada senza soldi, i poliziotti fanno una colletta

Si erano messi in viaggio verso il Trentino per curare la figlia malata
Orvieto

Sabato 25 aprile una pattuglia della polizia stradale di Orvieto, in servizio di vigilanza sull’autostrada, è stata chiamata ad intervenire presso l’area di servizio Fabro est, dove era stata segnalata una famiglia in difficoltà, genitori con al seguito due bambine in preda a crisi di pianto e disperazione.
Giunti sul posto, gli uomini della stradale, hanno acertato la presenza di un uomo ed una donna e delle loro due bambine, di nazionalità straniera ma residenti da oltre 20 anni in Italia, che si disperavano in quanto dovevano accompagnare la loro piccola di 4 anni in Trentino per una visita ematoncologica, ma che erano bloccati lì perché rimasti senza denaro e carburante per la loro utilitaria.

L’uomo ha spiegato ai poliziotti che a causa dell’emergenza Covid-19 aveva perso il lavoro di fornaio e non aveva più soldi neanche per fare la spesa, ma che si è dovuto per forza mettere in viaggio verso un città del trentino a causa della malattia della figlia.
I poliziotti, senza pensarci un attimo, hanno organizzato una colletta, raccogliendo denaro a sufficienza per consentire alla famiglia in difficoltà, prima di rifocillarsi a dovere e, poi, di riprendere il viaggio verso la loro casa, pagando loro anche il rifornimento di carburante necessario a raggiungere la località dove la figlia sarebbe stata sottoposta all'esame medico di vitale importanza.