Acqua a singhiozzo in cinque frazioni

È stato necessario far ricorso alle autobotti
Orvieto

Acqua a singhiozzo per cinque frazioni di Orvieto. I disagi colpiscono i residenti di Rocca Ripesena, San Quirico, Villanova, Canonica e San Biagio. E tecnici del Servizio idrico integrato al lavoro dalla notte di lunedì nel tentativo di risolvere il prima possibile i problemi verificatisi all’acquedotto rurale.
Una perdita ha determinato l’abbassamento del livello di riempimento del serbatoio di monte Panaro, causando, di conseguenza, temporanee carenze idriche o diminuzioni di pressione durante le ore notturne. La perdita è stata individuata intorno alla metà mattinata di martedì 4 agosto, ma per la riparazione sarà necessario interrompere l’erogazione idrica.
Per questo il Sii ha disposto l’attivazione di un servizio di autobotti per consentire il rifornimento idrico alla cittadinanza. Nella giornata di ieri, le autocisterne sono state dislocate nelle piazze principali della frazioni di Rocca Ripesena e Canonica. Un primo servizio sostitutivo di autobotti era già stato attivato per il riempimento del serbatoio di monte Panaro.
L'allerta dovrebbe rientrare nel giro di qualche giorno, nell'attesa ai cittadini la cui abitazione sorge nelle frazioni interessate non resta che provvedere ad effettuare una scorta d'acqua.