Frecciarossa, si ragiona su una fermata a Orte

La proposta avanzata dal sindaco della città
Orte

Si cerca in tutti i modi di avvicinare l'Umbria al resto d'Italia tramite ferrovia, l'ultima interessante proposta giunge dal sindaco di Orte che ha proposto l’introduzione di una fermata dell’alta velocità nella sua città.

Il primo cittadino Angelo Giuliani ha annunciato la novità in una lettera inviata alla neoministra dei Trasporti Paola De Micheli e ai presidenti delle Regioni Lazio e Umbria, Nicola Zingaretti e Fabio Paparelli.

Trenitalia, stando a quanto afferma, sarebbe intenzionata a dare un parere positivo: la proposta è il prolungamento del Frecciarossa 9589 da Firenze a Orte con arrivo alle 00,07, sosta notturna e ripartenza alle 4,47, con arrivo a Milano alle 7,48 del Frecciarossa 9580.

Orari definiti dal sindaco “un risultato storico per le nostre province e un indubbio vantaggio per gli utenti che devono prendere il Frecciarossa alle 5 da Roma per recarsi in direzione Milano. In futuro – continua nella lettera – sono convinto che esistano motivazioni tecniche e opportunità di mercato per avere orari più agevoli sia di partenza che di arrivo dell’alta velocità alla stazione di Orte. Ora più che mai – sollecita le istituzioni regionali laziali e umbre il primo cittadino – il vostro impegno istituzionale si rende necessario per la fattiva messa in opera della soluzione aziendale. Con la consapevolezza che non vogliate disattendere le aspettative e le speranze di questa vasta area territoriale e dei loro residenti, ma confermare una piena disponibilità ad una fattiva collaborazione per il raggiungimento di questo traguardo nel più breve tempo possibile, resto in attesa di vostro riscontro”.

Le altre due ipotesi sul tappeto sono l’arrivo a Orte di una Freccia proveniente da Roma, che secondo la società di trasporti perderebbe però 20 minuti di percorrenza a discapito dei viaggiatori, oppure l’arretramento a Terni del Frecciarossa che attualmente ferma a Firenze e ripartirebbe di prima mattina.

Vedremo quali saranno le decisioni di Tenitalia, sicuramente da scartare la fermata a Chiusi o la costruzione di una nuova stazione in Toscana.