Regione Umbria, un nuovo “Gattopardo”?

la giunta Tesei con l’Azienda Ospedaliera di Perugia, si avvarrà della collaborazione del Dott. Andrea Casciari, uomo di punta del Pd
Opinioni

Di Carla Spagnoli*. Sta facendo molto discutere in questi giorni la Delibera N. 755/2020 con la quale la Giunta Tesei, d’intesa con l’Azienda Ospedaliera di Perugia, si avvarrà della collaborazione del Dott. Andrea Casciari con l’Assessore alla Sanità nella «programmazione strategica legata all’emergenza Covid 19 e nel monitoraggio dei progetti relativi ai processi di sviluppo avviati dalla direzione sanitaria».

Una scelta che ci lascia a dir poco sbalorditi, se pensiamo che il Dottor Casciari, oggi semplice dipendente dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, è stato un uomo di punta della sanità targata PD, ma soprattutto risulta essere ad oggi imputato nel processo sulla sanità umbra! Per carità, qui non stiamo colpevolizzando nessuno e il Dottor Casciari è innocente fino al terzo grado di giudizio, non discutiamo nemmeno sugli emolumenti che il Dottor Casciari andrà a percepire.

La questione che vogliamo porre è quella dell’OPPORTUNITÀ POLITICA della Delibera di Giunta! Era proprio necessaria questa decisione??? Con quale coraggio questa Giunta può farsi portavoce del cambiamento chiesto dagli umbri se poi si affida ai rappresentanti del passato? Francamente siamo rimasti perplessi anche nel leggere il comunicato stampa della Giunta sull’argomento. Nel comunicato si dice che «Il Dott. Casciari era e resta un dipendente dell’Azienda ospedaliera di Perugia, assunto precedentemente all'insediamento di questa Giunta.

Infatti alla conclusione del suo incarico, non rinnovato, quale commissario dell’azienda ospedaliera di Terni, l'attuale amministrazione ha deciso,  in un'ottica di massima trasparenza e rigore, di inserirlo in un nuovo ruolo, non gestionale, legato all'emergenza Covid». Ora, fermo restando che Casciari è un dipendente dell’Azienda Ospedaliera, assunto prima dell’insediamento della Giunta, quale era il motivo di farlo diventare collaboratore della Giunta? Perché non è stato lasciato all’Azienda Ospedaliera? Si è voluto coinvolgere Casciari nella programmazione strategica legata all’emergenza Covid 19, un ruolo che, seppure “non gestionale” come scritto nel comunicato della Giunta, è comunque molto importante in tempo di pandemia e inevitabilmente coinvolgerà il Dott. Casciari in scelte e decisioni che verranno prese dalla giunta stessa e che indirizzeranno la politica sanitaria… Perché?

Non si poteva trovare una figura altrettanto preparata e pronta ad affrontare simili compiti? Diciamocela tutta: questa scelta ha creato sconcerto tra molti cittadini umbri che lo scorso ottobre, dopo lo scandalo “sanitopoli”, avevano dato fiducia alla Presidente Tesei e al centrodestra, ponendo nella sua giunta le speranze di un vero cambiamento e di una stagione politica nuova che, ancora oggi, non si riesce a vedere!!! Sarei curiosa di leggere o ascoltare una dichiarazione dell’Onorevole Virginio Caparvi, coordinatore regionale della Lega, che il 15 ottobre 2019, in piena campagna elettorale, su Facebook commentava la notizia del Dott. Casciari indagato e diceva che «gli umbri non meritano questa continua umiliazione»…

Adesso che il Dott. Casciari, almeno fino a dicembre, collaborerà con la Giunta Tesei, qual è la posizione dell’Onorevole Caparvi…? Un appello finale vorrei rivolgerlo, infine, all’Assessore Coletto e al Direttore Regionale della Sanità Claudio Dario. Ho sempre sostenuto che Coletto e Dario rappresentassero in Umbria le uniche vere speranze di cambiamento e che dovrebbero essere messi nelle condizioni di poter lavorare serenamente e prendere tutte le decisioni sulla sanità in autonomia, senza essere invischiati negli equilibri di coalizione e di potere. Tuttavia su questa delibera di giunta sarebbe auspicabile che sia l’Assessore sia il Direttore della Sanità prendessero una posizione netta. L’Assessore Coletto dica apertamente se la scelta di Casciari è stata voluta da lui in prima persona o meno. La chiarezza su questa vicenda è fondamentale, è in gioco la credibilità stessa del centrodestra e del cambiamento!!! Mi auguro che la speranze di cambiamento degli umbri dopo lo scandalo sanità, che ha portato la Presidente Tesei al Governo regionale, non si riveli un “Gattopardo” in salsa umbra, dove tutto è cambiato per non cambiare niente!!!

*Presidente Movimento per Perugia