Per rilanciare l'area ex Merloni un progetto di materiali innovativi

Presentato dall'assessore Fioroni alla presenza del ministro Giorgetti
Nocera Umbra

Un progetto che nasce sotto il denominatore comune di rendere l'Umbria terra di materiali innovativi, di specializzare la nostra regione su filiere ad alto valore aggiunto e su settori tecnologici del futuro per riposizionare e riprogrammare l'economi umbra": cosi l'assessore allo sviluppo economico della Regione, Michele Fioroni che, alla presenza del ministro Giancarlo Giorgetti e della presidente Donatella Tesei, ha presentato il progetto che punta al rilancio e alla reindustrializzazione dell'ex Merloni di Nocera Umbra. Con la riconversione dell'area e la creazione di un distretto dei nanomateriali.

    Un'opportunità legata ai fondi del Pnrr e già inserita nel programma umbro inviato al Governo - è stato spiegato - per l'utilizzo dei Fondi europei.
    L'incontro si è svolto presso lo stabilimento ex Merloni di Colle di Nocera Umbra e si è concluso con la visita del sito da parte del ministro.
    Fioroni ha parlato di "un progetto particolarmente sfidante che punta a realizzare un distretto dei nanomateriali". "Un vero e proprio parco tecnologico - ha aggiunto -, specializzato nella riduzione dimensionale dei materiali, che favorisca la sperimentazione e insediamento di nuove imprese in un settore ad elevatissimo potenziale di crescita. Materiali innovativi, come il grafene, hanno infiniti ambiti di applicazione sia nelle produzioni tradizionali già presenti nella nostra economia, sia per la realizzazione di nuovi prodotti. Un paradigma di sviluppo rinnovato, per riqualificare le aree di crisi puntando su innovazione e sostenibilità".
    L'assessore ha poi spiegato come "il progetto presentato condivide con quello sui biomateriali di Terni l'ambizione di rendere l'Umbria terra di sperimentazione e specializzazione negli ambiti più promettenti dei prossimi anni". ().