Presentata la nuova Stagione di Prosa del Teatro Mengoni

Un cartellone molto ricco con spettacoli di altissima qualità, due proposte di danza, sei esclusive regionali, due produzioni Tsu
Magione

Il Comune di Magione e il Teatro Stabile dell’Umbria hanno presentato oggi la nuova Stagione di Prosa del .

“Sono orgoglioso d’inaugurare la Stagione di uno dei teatri a cui ci sentiamo più vicini con la nostra produzione, La tragedia è finita, Platonov, proprio nel giorno del 150° anniversario del Teatro Mengoni – ha detto Nino Marino direttore dello Stabile –. Quest’anno il Cartellone è molto ricco con spettacoli non scontati e di altissima qualità, due proposte di danza, sei esclusive regionali, due nostre produzioni, grandi temi e straordinari interpreti per rispondere al desiderio del pubblico a ritornare in sala.”

Vanni Ruggeri l’assessore alla Cultura di Magione ha ricordato: “L’amministrazione comunale ha da sempre scommesso sul teatro come spazio di vita di una comunità, di cui la Stagione di Prosa è la punta di diamante, frutto di una scelta condivisa con il Teatro Stabile che ringrazio per l’attenzione la stima e la collaborazione.”

LA TRAGEDIA È FINITA, PLATONOV, di Liv Ferracchiati, dopo il grande successo ottenuto al 48° Festival Internazionale del Teatro alla Biennale di Venezia dove è stato premiato con una menzione speciale da parte di una giuria internazionale e la partecipazione al Festival dei Due Mondi di Spoleto, inaugura la Stagione giovedì 21 ottobre, giorno del 150° anniversario dell'inaugurazione del Teatro Mengoni.

Venerdì 5 novembre, Moni Ovadia dirige Giuseppe Pambieri e Carlo Greco in NOTA STONATA un thriller psicologico che tiene lo spettatore col fiato sospeso fino alla fine, premiato come migliore spettacolo al 54° Festival di Borgio Verezzi.

Venerdì 19 novembre va in scena FIRST LOVE di Marco D’Agostin, una rilettura danzata della più celebre gara della campionessa piemontese, Stefania Belmondo, la 15km a tecnica libera delle Olimpiadi di Salt Lake City. L’autore/protagonista nel 2002 ha vinto il Premio Ubu 2018 come miglior performer under 35.

Gradito ritorno a Magione di Alessandro Benvenuti, venerdì 3 dicembre, con PANICO MA ROSA, per raccontare 59 giorni di lockdown. 59 pagine di diario che narrano l’isolamento obbligatorio di un autore-attore privato del suo naturale habitat, i suoi sogni e bisogni, ricordi e crudeltà, fantasie e humor.

Amanda Sandrelli è una protagonista perfetta per la commedia di Aristofane LISISTRATA prevista lunedì 13 dicembre. Grazie alla riscrittura del testo da parte di Ugo Chiti e alla sua capacità d’interpretare la classicità con occhio contemporaneo e insieme rispettoso dell’originale, questa Lisistrata ha un meccanismo teatrale modernissimo, una specie di farsa in cui si ride molto, e ci fa scoprire, tra sghignazzi e continui doppi sensi, i meccanismi perversi dell’irragionevolezza umana.

Mercoledì 12 gennaio è la volta di un classico del teatro politico universale, MISTERO BUFFO di Dario Fo. Matthias Martelli riporta in vita lo straordinario testo con l'intento di coinvolgere il pubblico nell'azione drammatica, passando in un lampo dal lazzo comico alla poesia, fino alla tragedia umana e sociale.

La Stagione prosegue, domenica 6 febbraio, con un appuntamento di danza portato in scena dalla Compagnia Abbondanza Bertoni, DOPPELGÄNGER un lavoro che vede in scena due interpreti, Francesco Mastrocinque, attore con disabilità, e Filippo Porro, danzatore.

Domenica 27 febbraio sul palcoscenico del Mengoni la produzione del Teatro Stabile dell’Umbria debuttata con grande successo al Festival de Due Mondi di Spoleto, LA SIGNORINA GIULIA di August Strindberg, con la regia di Leonardo Lidi, artista che ha vinto a soli trentadue anni il Premio della Critica 2020 dell’Associazione Nazionale Critici di Teatro.

Valerio Apice, autore-attore, venerdì 11 marzo, in PULCINELLESCO alterna prosa, poesia, canzoni, in un viaggio attraverso una tradizione napoletana ricca di contaminazioni e reinvenzioni.

Giovedì 24 marzo, Maria Amelia Monti è la straordinaria interprete de LA PARRUCCA, uno spettacolo comico, drammatico, vero, scritto da Natalia Ginzburg con l’ironia e la leggerezza che rendono la scrittrice unica nel panorama della narrativa e della drammaturgia italiana.

In chiusura di Stagione, giovedì 7 aprile, MI AMAVI ANCORA una raffinata ed eccellente scrittura ricca di colpi di scena e densa di umorismo di Florian Zeller, giovane autore vincitore di numerosi premi in Francia. In scena due attori molto amati dal pubblico Ettore Bassi e Simona Cavallari.

La campagna abbonamenti inizierà venerdì 8 ottobre.

         Info Ufficio Cultura - telefono 075/8477051.