Cinquantunenne picchiato a sangue e abbandonato sulle rive del lago

L'uomo, di origini campane è ora ricoverato in prognosi riservata all'ospedale di Perugia
Magione

Nella notte tra domenica e lunedì un’ambulanza del 118 ha soccorso un 51enne di origini campane, con interessi economici nella zona, è stato picchiato a sangue a Torricella, a pochi passi dalla riva del Trasimeno. È stato trovato a terra, privo di sensi e in una pozza di sangue.

All’arrivo all’ospedale del capoluogo gli sono state riscontrate fratture multiple in tutto il corpo ed è stato ricoverato in prognosi riservata. Poi, nel corso della mattinata, si sono registrati segni di miglioramento tali da escludere il pericolo di vita.

Ad interessarsi del caso i militari del Nucleo Operativo della compagnia di Città della Pieve che per primi sono arrivati sul posto.

Intorno alla mezzanotte ci sarebbe stata infatti una prima chiamata ai carabinieri, con la richiesta di aiuto per una rissa in corso.

All’arrivo dei militari sul posto indicato dalla segnalazione non c’era più nessuna traccia dei contendenti. Solo in un altro punto di Torricella a qualche centinaia di metri di distanza dalla zona della rissa è stato trovato il corpo della vittima, sfinito dal pestaggio e privo di sensi. L’ambulanza era già sul posto, avvisata tramite una telefonata di altri passanti.

Non è da escludere che sia stato caricato in una macchina, forse proprio quella dei suoi aggressori, e poi abbandonato in un punto ancora meno frequentato.