Trasimeno, dopo 15 anni tornano in azione le taglierine spezza macrofite

Troppe alghe, troppa vegetazione lacustre sulle rive del Lago
Magione

Troppe alghe, troppa vegetazione lacustre sulle rive del Trasimeno, e così dopo 15 anni tornano in azione le taglierine spezza macrofite che ingorgano le sponde e rendono meno vivibili spiagge e litorali. E questo grazie a una sinergia completa fra tutti i vari enti coinvolti: Unione dei Comuni del lago Trasimeno, Provincia, Regione e Ministero dell'ambiente.
Nel dettaglio, le prime uscite di ieri della speciale imbarcazione dotata di un sistema di taglio delle alghe e ripulitura, proseguiranno anche nei prossimi giorni con la rimozione delle macrofite per la stagione in corso e la programmazione dei tagli per le stagioni successive. 
Una situazione, quella dell'infestazione delle macrofite che negli ultimi tempi ha coinvolto anche la vicina isola Polvese e Passignano che ha chiesto all'Unione di provvedere alla pulizia dello specchio acqueo fronte Pidocchietto e porticciolo, a ridosso della darsena fino al limite della zona portuale.