Gite scolastiche: Gps sui bus per la sicurezza dei nostri ragazzi

Proposte e commenti dei lettori
Lettere alla Redazione

“Il gravissimo incidente delle studentesse Erasmus in gita col Bus scoperchia una mancanza grave del sistema dei trasporti. Mentre ferrovie, treni, tram, ascensori, scale mobili, metropolitane e simili sono soggetti a rigorosi controlli e tecnologie di sicurezza automatica, gli autobus sono un sistema ancora oggi affidato quasi esclusivamente alle soggettive condizioni dell'autista e del mezzo.

Invece anche i Bus potrebbero essere dotati tramite GPS del controllo della traiettoria e della velocità, dotati di scatola nera e altri strumenti automatici, cioè ineludibili, per il controllo del battistrada delle gomme e altri fattori. In effetti, considerate le condizioni di molte strade e considerati i volumi di traffico, ognuno può percepire quanto un viaggio in Bus sia cosa piuttosto rischiosa; affidare i nostri figli a gite in Bus è un atto di fiducia nella buona sorte. Il treno al contrario -magari treni comodi ed efficienti- è un mezzo molto più sicuro.

Alessio Trecchiodi e Luigi Fressoia, Perugia