A Gubbio la Scuola di Specializzazione in beni storico-artistici

Domande di partecipazione entro il 28 febbraio 2018
Gubbio

Sono aperti i termini del bando per l'ammissione alla Scuola di Specializzazione in beni storico-artistici volta a formare i futuri professionisti della tutela, della conservazione e della gestione dei beni storico-artistici; vede la partecipazione, oltre che dell'Università degli Studi di Perugia, degli atenei di Urbino, L’Aquila, Teramo, Chieti-Pescara e del Molise, stabilendo così la collaborazione tra la Scuola, con sede in Umbria, e gli Atenei delle regioni contermini, Marche, Abruzzo e Molise.

La data di scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 28 febbraio 2018.

Potranno essere ammessi alla Scuola di Specializzazione in Beni Storico Artistici un numero massimo di 20 candidati, previo espletamento di un concorso per titoli e prova d’esame.

La Scuola avrà sede a Gubbio, nell’ ex-complesso di Santo Spirito, moderno polo convegni stico della città,  in piazza Arturo Frondizi, n. 17. Le attività didattiche si svolgeranno nei mesi da maggio a luglio 2018, nei giorni di giovedì (pomeriggio), venerdì (mattina e pomeriggio), sabato (mattina).

La presenza di diversi atenei, oltre a garantire l’apporto di  un notevole numero di docenti, consente di allargare l’area di riferimento della Scuola coprendo una vasta porzione del territorio nazionale.

Inoltre l’offerta didattico-formativa è resa particolarmente incisiva dal contributo di soprintendenti, direttori di musei e gallerie, figure apicali del Ministero dei Beni  e delle Attività Culturali, esperti di alto profilo nel settore della legislazione dei beni culturali.

La Scuola punta a offrire un’ampia e articolata casistica di problemi legati alla storia e alla critica  dell’arte, alla conservazione e alla tutela dei beni culturali; con particolare attenzione al patrimonio storico- artistico delle aree colpite dal sisma