Un’estate eugubina da non dimenticare

Musica, prosa, danza, operetta, cinema all’aperto e tante altre iniziative locali collegate al settore dell’artigianato
Gubbio

Un'estate diversa, comunque da non dimenticare. A Gubbio sono in programma venticinque spettacoli allestiti nella bella cornice del Teatro Romano. E poi tanta musica, prosa, danza, operetta, cinema all’aperto all’interno del Chiostro di San Pietro, per non parlare del Palio della Balestra, il Doc Fest e tante iniziative locali collegate al settore dell’artigianato.
In ultimo, anche il Festival del Medioevo.
Il ricco calendario è stato presentato nel corso di una conferenza stampa alla presenza del primo cittadino della città umbra, Filippo Mario Stirati, che ha dichiarato: “Tra mille difficoltà presentiamo una programmazione che coinvolge l’estate e arriva fino all’autunno e all’inverno. Ogni cittadino deve fare la sua parte: residenti del centro storico, esercenti e operatori, anche sapendo accettare qualche piccolo sacrificio personale. Questo momento storico ci chiama tutti a una reciproca assunzione di responsabilità e a un reciproco sforzo, in nome di un interesse più vasto e della ripartenza di tutto il tessuto socio-economico”.