Il Comune di Pisa intitola una via a Sant’Ubaldo

Sancito il legame tra Gubbio e la città toscana
Argomenti correlati
Gubbio

A Pisa una via è stata intitolata a Sant'Ubaldo.
Lo riporta oggi Il Corriere dell'Umbria, che ricorda come sia nota da tempo la devozione nella città della torre pendente per il vescovo Baldassini. Qualche tempo fa una delegazione eugubina, composta dal vescovo Luciano Paolucci Bedini, da Monsignor Fausto Panfili (allora rettore della Basilica di Sant'Ubaldo) e dalla corale Cantores Beati Ubaldi ha fatto visita alla parrocchia San Michele degli Scalzi in Orticaia, situata nella zona est di Pisa, un luogo dove è molto forte la devozione per il vescovo Santo Ubaldo Baldassini.
 Una devozione verso il nostro patrono, sentita e diffusa, che ha origine nel XVIII secolo per merito dei Canonici Regolari Lateranensi e che continua a perpetuarsi con una festa religiosa, tradizionalmente popolare che si svolge dal 16 al 19 maggio sul Viale delle Piagge e nel quartiere di San Michele. Quest'anno, in occasione della 41 esima "Settimana delle Piagge" il Comitato organizzatore, presieduto da Antonio Schena, con il supporto del Comune di Pisa, ha deciso di intitolare, come detto, una strada al patrono di Gubbio.
 Il presidente della Famiglia dei Santubaldari, avvocato Ubaldo Minelli, ha avuto nelle scorse settimane uno scambio epistolare con gli organizzatori toscani e il vescovo Luciano Paolucci Bedini ha inviato un videomessaggio. Alle celebrazioni e all'intitolazione della via ha preso parte anche il sindaco di Pisa Michele Conti che qualche tempo fa aveva dichiarato: "C'è un forte legame tra il territorio di Pisa e Sant'Ubaldo, un legame che si è ancora più accentuato".