Inaugurato a Gubbio impianto eolico da record

Copre la necessità di 900 famiglie
Gubbio

E' stato inaugurato a Gubbio il più grande impianto eolico collettivo d'Italia realizzato dalla cooperativa energetica "ènostra" impegnata nel settore dell'energia elettrica 100 per cento rinnovabile, etica e sostenibile.   
La turbina, situata in località Cerrone, lontano dai centri abitati e fuori dalla fascia di rispetto dei crinali e della viabilità panoramica è un aerogeneratore ewt da circa 900 kw che produrrà 2 gwh l'anno di energia elettrica, sufficiente a soddisfare la domanda di 900 famiglie, ed eviterà l'emissione di 878 tonnellate di Co2 l'anno.
L'impianto è stato realizzato con la collaborazione di Banca Etica che nel progetto ha avuto il ruolo di finanziatore e anche di sostenitore.
Per solennizzare l'entrata in funzione, è stato promosso un incontro sul posto al quale hanno partecipato oltre 150 soci provenienti da tutta Italia, il sindaco di Filippo Mario Stirati, il presidente della commissione Industria del Senato Gianni Girotto, il presidente Legacoop nazionale Mauro Lusetti, il vicedirettore generale di Banca Etica Nazzareno Gabrielli, il presidente di Legambiente Umbria Maurizio Zara. 
«Guardiamo alle energie alternative pulite - spiega Stirati - come a una vera risorsa, ma nello specifico siamo contrari poiché i proponenti hanno trasformato la propria istanza iniziale, che prevedeva la costruzione di micro-pale, nella richiesta d'installazione di una pala con un'altezza di 100 metri visibile sia da Perugia che da Gubbio per un impatto inaccettabile».