Gubbio, cittadini della zona Sud senza medico di famiglia scrivono al sindaco

“Siamo rimasti senza un dottore e nessuno vuole venire a sostituirlo”
Gubbio

Sono circa 400 i cittadini eugubini, tutti residenti nella zona Sud, da Colonnata a Belvedere compreso Monte Urbino, Val di Chiascio e Santa Cristina, che hanno scritto anche al sindaco Stirati dopo essere rimasti senza medico di famiglia.

“Quello che avevamo - si legge nella loro lettera - ci garantiva tre giornate di ambulatorio, dopodichè ci è stato comunicato che dal mese di Aprile il medico avrebbe sospeso la sua presenza, e ad oggi siamo rimasti senza un dottore di famiglia, malgrado la Pro Loco Belvedere abbia messo a disposizione un ambulatorio ben sistemato a costo zero, sia per il medico sia per ASL”.

“Prima ancora di aver letto la lettera dei cittadini della zona di Belvedere mi sono attivato con il Distretto Sanitario - spiega il sindaco Filippo Stirati - e insieme alla dottoressa Tomassoli stiamo facendo uno sforzo massimo per far sì che i cittadini tornino ad avere un medico di base, disponibile ad assisterli nella loro zona di residenza. Come la dottoressa Tomassoli mi ha confermato c’è però una grande difficoltà a reperire medici che si rendano disponibili a lavorare nel territorio di Belvedere, motivo per cui mi riserverò, se la ricerca che il Distretto Sanitario sta effettuando dovesse rivelarsi vana, di convocare di persona tutti i medici potenzialmente idonei a continuare a garantire questo fondamentale presidio ai residenti della zona Sud del nostro Comune”.