Gesenu, raccolta rifiuti nel comune di Gubbio

'riduzione del rifiuto indifferenziato del 30%'
Gubbio

La Gesenu che dal 1 marzo gestisce il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti del Comune di Gubbio, ha emesso il seguente comunicato: 'In questi giorni sono stati pubblicati alcuni articoli che segnalano delle criticità sul servizio di raccolta dei rifiuti nel Comune di Gubbio.

Il nuovo servizio di raccolta è iniziato il 29 luglio scorso ed ha interessato una popolazione di circa 20.000 abitanti, con la rimozione di circa 2000 cassonetti stradali in soli 10 giorni, come previsto dal progetto. Per preparare i cittadini al cambio del servizio è stata inviata a tutte le utenze coinvolte, tra domestiche e commerciali, un’apposita brochure esplicativa e successivamente, organizzate 5 assemblee pubbliche, che hanno visto la partecipazione di oltre 1.000 cittadini e dove i tecnici del Gestore assieme ai rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, hanno potuto illustrare le nuove modalità di raccolta.

L’avvio del nuovo servizio ha consentito di estendere la raccolta domiciliare ad oltre il 70% della popolazione del Comune di Gubbio. È fisiologico che nella fase di cambiamento del servizio possano determinarsi alcune criticità, dovute alle diverse modalità con cui viene effettuata oggi la raccolta rispetto al passato, che il gestore sta puntualmente affrontando e risolvendo assieme all’Amministrazione Comunale, supportati dalla preziosa e fattiva collaborazione dimostrata da tutti i Cittadini.

Va altresì evidenziato che esistono alcune frazioni del territorio Comunale ancora non servite dalla raccolta porta a porta, che vedono la presenza di postazioni di raccolta differenziata con cassonetti stradali. Tali postazioni sono storicamente oggetto di conferimenti abusivi, anche da parte di utenti già serviti con il nuovo sistema di raccolta domiciliare. Su tale fronte, il Gestore in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, ha attivato una specifica attività di controllo attraverso Ausiliari di Polizia Ambientali dedicati, e ciò rappresenta una assoluta novità nel Comune di Gubbio. Nei prossimi giorni saranno altresì installate delle fototrappole per videosorvegliare le postazioni maggiormente critiche. Ad oggi, il servizio di raccolta domiciliare sta già registrando i primi significativi risultati, conseguendo una riduzione del rifiuto indifferenziato del 30%'.

'riduzione del rifiuto indifferenziato del 30%'

La Gesenu che dal 1 marzo gestisce il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti del Comune di Gubbio, ha emesso il seguente comunicato: 'In questi giorni sono stati pubblicati alcuni articoli che segnalano delle criticità sul servizio di raccolta dei rifiuti nel Comune di Gubbio.

Il nuovo servizio di raccolta è iniziato il 29 luglio scorso ed ha interessato una popolazione di circa 20.000 abitanti, con la rimozione di circa 2000 cassonetti stradali in soli 10 giorni, come previsto dal progetto. Per preparare i cittadini al cambio del servizio è stata inviata a tutte le utenze coinvolte, tra domestiche e commerciali, un’apposita brochure esplicativa e successivamente, organizzate 5 assemblee pubbliche, che hanno visto la partecipazione di oltre 1.000 cittadini e dove i tecnici del Gestore assieme ai rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, hanno potuto illustrare le nuove modalità di raccolta.

L’avvio del nuovo servizio ha consentito di estendere la raccolta domiciliare ad oltre il 70% della popolazione del Comune di Gubbio. È fisiologico che nella fase di cambiamento del servizio possano determinarsi alcune criticità, dovute alle diverse modalità con cui viene effettuata oggi la raccolta rispetto al passato, che il gestore sta puntualmente affrontando e risolvendo assieme all’Amministrazione Comunale, supportati dalla preziosa e fattiva collaborazione dimostrata da tutti i Cittadini.

Va altresì evidenziato che esistono alcune frazioni del territorio Comunale ancora non servite dalla raccolta porta a porta, che vedono la presenza di postazioni di raccolta differenziata con cassonetti stradali. Tali postazioni sono storicamente oggetto di conferimenti abusivi, anche da parte di utenti già serviti con il nuovo sistema di raccolta domiciliare. Su tale fronte, il Gestore in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, ha attivato una specifica attività di controllo attraverso Ausiliari di Polizia Ambientali dedicati, e ciò rappresenta una assoluta novità nel Comune di Gubbio. Nei prossimi giorni saranno altresì installate delle fototrappole per videosorvegliare le postazioni maggiormente critiche. Ad oggi, il servizio di raccolta domiciliare sta già registrando i primi significativi risultati, conseguendo una riduzione del rifiuto indifferenziato del 30%'.