Esplode capannone a Gubbio, 5 dispersi sotto le macerie

Sono due i morti: S. Cuffaro, 19enne studente e lavoratore, ed Elisabetta D’Innocenzo, 52 anni
Gubbio

Un incendio è divampato in un capannone di un’azienda, in località Vocabolo Canne Greche.
Le esplosioni sembra siano avvenute in un laboratorio dove trattano la cannabis a scopo terapeutico. A seguito di questo è crollato il solaio della abitazione sovrastante.
Dalle prime notizie fornite dal 118 ci sono 5 dispersi sotto le macerie di cui 3 estratti vivi dalla squadra dei vigili del fuoco di Gubbio che sta operando all'interno.  
Un ferito è stato portato con l'elisoccorso direttamente al centro grandi ustioni di Cesena, è ustionato grave con trauma midollare. Gli atri due sono stati portati all’ospedale di Branca. Risulta ancora dispersa una donna e ci sono dei dubbi sulla presenza di una quinta persona ma le ricerche andranno avanti finché non si avrà la certezza!
Sul posto anche le squadre in supporto da Perugia. Il fumo si vede anche dal centro della città di Gubbio.

Aggiornamento del Vigili del Fuoco delle ore 21,30

Due persone ferite sono state estratte dal personale Vgf, il terzo ferito era stato soccorso prima dell'arrivo della squadra di Gubbio, purtroppo si registra un deceduto e la donna ancora risulta dispersa.
Al momento i Vgf stanno operando con gli escavatori per rimuovere parti della struttura che a mano non è possibile movimentare.

Ultimo aggiornamento

Intorno alle  22 è stato trovato dai Vigili del fuoco anche il corpo senza vita  della donna.

Dunque il bilancio delle vittime sale a due, Samuel Cuffaro, 19 anni, studente e lavoratore, ed Elisabetta D’Innocenzo di  52 anni.

Samuel Cuffaro, 20 anni, classe 2001, ed Elisabetta D'Innocenti, 52 anni. Questi i nomi delle due vittime dell'esplosione avvenuta a Gubbio nel pomeriggio di venerdì 7 maggio. Gas e alcol in proporzione variabile, una miscela micidiale che ha provocato il crollo parziale della Greenvest (la sede legale è in via Risorgimento, ma il capannone è in zona Canne Greche-Via Masaccio), azienda specializzata nella lavorazione di cannabis legale. Oltre ai due morti, anche tre feriti di cui uno grave, ricoverato a Cesena.